Questo sito utilizza i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito. Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies. Scopri di più

x
DESTINAZIONE
DAL
AL
PAROLA CHIAVE

Se non hai ancora un account su esitur.com usa questa opzione per accedere al modulo di registrazione REGISTRATI
close
viaggi organizzati a senigallia per San valentino

Il Pane di Frattula con Alfonso Roncarati

viaggi organizzati a senigallia per San valentino

Il Pane di Frattula con Alfonso Roncarati

PROGRAMMA

La cultura del cibo nelle Marche è una tradizione che le contraddistingue tra tutte le Regioni, ma ci sono eccellenze antichissime come questa del pane delle Terre di Frattula che vanno raccontate.

Le Marche, una regione composta da montagne, colline, valli e mare, sono uno scrigno di storia e di cultura, una cultura fatta non solo di città d’arte e monumenti, ma fatta anche e soprattutto di grande tradizione enogastronomica frutto della passione e del lavoro dell’uomo.


Alfonso roncarati terre di frattula pane vacanze marcheOggi abbiamo avuto la possibilità ed il piacere di intervistare il signor Alfonso Roncarati che insieme a sua moglie e ad alcuni dipendenti gestisce una realtà tutta marchigiana impareggiabile “Il Mulino di Nino”, nel comune di Senigallia (AN) e nello specifico in una zona che è stata recentemente riscoperta ma che in realtà ha una storia molto più antica: Frattula.


Il signor Alfonso ci ha introdotto in questa sua terra che molti storici hanno definito “dove non fu Medioevo” poiché in questa zona, posseduta dai monaci di Fonte Avellana, non si ebbero mai situazioni di sfruttamento e prevaricamento dei ricchi a danno dei poveri e dei meno fortunati. Gli affittuari di suddetti territori potevano godere dei beni da loro faticosamente prodotti, lavorando sotto la guida spirituale dei monaci che a turno qui venivano a risiedere, i quali gestivano queste terre secondo quello che venne definito come “Cristianesimo sociale”, cercando di dare dignità al faticoso lavorio dei braccianti. La fortuna di questo “paradiso terrestre” però venne meno con l’annessione di queste terre ai comuni vicini intorno al 1270 e perciò quest’esperienza avanguardista e unica nel suo genere, poiché ricercava una condizione di giustizia sociale, arrivò al suo tramonto.


In tutta questa situazione, Alfonso Roncarati, nonno dell’attuale Alfonso Roncarati, nei primi del Novecento, acquistò qui un podere che trasformò nel gioiello di famiglia che suo nipote continua orgogliosamente a portare avanti grazie soprattutto alla passione e alla sua attenta ricerca dei vecchi grani teneri utilizzati nel passato, specialmente dai romani, che qui si stanziarono per moltissimo tempo, come testimoniano anche i numerosi ritrovamenti archeologici effettuati. La passione e la curiosità di questo uomo lo hanno portato anche a riscoprire e riprodurre un antico pane romano, chiamato “Libum”, un impasto fatto di farina, ricotta, uova ed erbe aromatiche, cotto nelle foglie di alloro che veniva servito in occasione dei matrimoni dei giovani romani o nelle celebrazioni delle divinità.

Farina marche vacanze Alfonso Roncarati
Come lo stesso signor Roncarati ci illustra, molte sono le aziende che utilizzano il marchio “Terre di Frattula” per i propri prodotti e lo stesso avviene anche per le sue farine e il suo “Pane di Frattula”.


Ci racconta che nei tempi passati l’azienda di famiglia si occupava di diverse culture e che nel 2006 ebbe l’idea di costruire una struttura per il suo mulino, all’interno della quale poter macinare il grano egli stesso e quindi prodursi la sua farina. L’attività della panificazione è arrivata successivamente quando nel 2010 è stato possibile produrre l’alimento più antico del mondo direttamente in azienda. In questa narrazione si lascia sfuggire anche un aneddoto dalla carica emotiva incredibile, poiché mi dice che fino agli anni ’70 molti contadini panificavano nelle proprie aziende e lui, nel tentativo di ritornare a quella antica e nobile attività, una volta sentì dire da un anziano del posto che quando in passato si faceva il pane, lo si sentiva, perché il profumo inondava tutta la valle. A queste parole siamo rimasti di stucco, poiché abbiamo “sentito” immediatamente quell’odore di pane cotto di cui parlava quell’anziano e l’abbiamo ritrovato anche nei miei ricordi di infanzia poiché il profumo di pane appena sfornato mi accompagna sin da quando sono piccola.


Il signor Alfonso ci tiene molto a sottolineare il fatto che la farina macinata viene quasi immediatamente utilizzata. Il suo è un prodotto “vivo” le cui sostanze nutritive, che Pane terre di frattula marche viaggipotrebbero ossidarsi nel caso in cui si attendesse a lungo prima di utilizzare la farina, finiscono direttamente nel suo pane, un prodotto realizzato con pasta madre e cotto in un forno che simula la cottura del forno a legna. L’unicità e la qualità del prodotto, le modalità di lavorazione che partono dal seme fino ad arrivare alla vendita, ha permesso al “Pane delle Terre di Frattula” di essere insignito del titolo di “Prodotto nobile Marchigiano e Italiano”, dall’omonima associazione, un vanto non solo per la famiglia che gestisce con orgoglio “Il Mulino di Nino”, ma per tutta la regione Marche.


L’entusiasmo con cui il signor Alfonso si è prestato al racconto della sua realtà e la passione per il lavoro che svolge che mi ha trasmesso attraverso le sue parole, hanno reso la nostra conversazione estremamente stimolante e ricca di spunti di riflessione su quelli che sono i prodotti di prestigio del nostro territorio, prodotti che vanno sicuramente più approfonditamente conosciuti, anche attraverso una visita nelle realtà in cui nascono.



25
Minimo partecipanti
Confermato
Stato del viaggio

Iscrizione al viaggio

Richiesta informazioni


Se non hai ancora un account su esitur.com usa questa opzione per accedere al modulo di registrazione REGISTRATI
close

Se non hai ancora un account su esitur.com usa questa opzione per accedere al modulo di registrazione REGISTRATI
close