Questo sito utilizza i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito. Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies. Scopri di più

x

A spasso con Cristina per Matera

Mercoledì, 02 Ottobre 2019

​Cristina ci guiderà nella splendida Matera, la Città dei Sassi, capitale Europea della cultura 2019, patrimonio universale dell'Unesco dal 1993, grande riscatto per la città, dopo che negli anni '50 era stata la "città della vergogna" italiana...
Città scelta da vari registi, come location per i loro film, soprattutto a carattere religioso: da Pasolini "Il Vangelo secondo Matteo" a Mel Gibson "The Passion", a "007" proprio recentemente.

"Eccoci a Matera: dopo il pranzo, nel terrazzino di un ristorante-grotta, con panorama sui Sassi, ci dirigiamo verso la cattedrale, passando per Piazza del Sedile, dove ci giungono le note di un pianoforte, vi si affaccia infatti il Conservatorio della città.


Arriviamo all'imponente Duomo della Madonna della Bruna e di Sant'Eustachio, in stile romanico pugliese, del 1270, con il maestoso campanile che domina sulla città, costruita sul punto più alto della città stessa, dividendola in 2: SASSO BARISANO a est, SASSO CAVEOSO a sud.


Proseguiamo tra scalette in discesa e arriviamo ad una casa grotta dove osserviamo meravigliati come vivevano sino a metà dello scorso secolo: davanti le stanze per la famiglia, con cucina, camera da letto praticamente nello stesso ambiente e dietro, più internamente nella roccia, gli animali: galline, maiale, asino. I loro escrementi venivano fatti fermantare, per scaldare gli ambienti in inverno.


Usciti dalla casa grotta, arriviamo in Piazza San Pietro Caveoso, dove ammiriamo il panorama sui Sassi e sulla zona archeologica, dove vi sono le grotte più antiche, le Chiese Rupestri scavate dai monaci bizantini, asceti e eremiti, giunti prima dell'anno mille nel territorio, e il torrente Gravina che ha scavato il profondo "canyon".


Risaliamo la caratteristica via, torniamo verso il centro, superando le vie frequentatissime e piene di turisti, via Ridola, via del Corso, Piazzetta San Francesco e qui ammiriamo una statua di Dalì, esposta proprio in onore di "Matera capitale Europea della cultura."


Arriviamo in Piazza Vittorio Veneto, dove si trova il cosidetto "Palombare lungo", con pareti alte fino a 15 metri, quest'antica cisterna sotterranea per la raccolta delle acque. A questo punto, non resta che prendere la navetta e salire nella zona archeologica, dove ammirare accarezzati dal vento, le grotte più antiche con le chiese rupestri dei monaci bizantini e ammirare il paesaggio verso i Sassi, nell'altra parte della città.


Dopo cena passeggiamo per il centro storico e ci affacciamo negli scorci più suggestivi, per ammirare la città sotto un cielo stellato. Siamo emozionati, ma allo stesso tempo tentiamo di fotografare ogni scorcio della città, perchè ci accorgiamo di essere dentro una favola, o forse dentro un a presepe, non lo sappiamo, ma di sicuro siamo entusiasti di questa giornata dedicata a Matera.

 

Se non hai ancora un account su esitur.com usa questa opzione per accedere al modulo di registrazione REGISTRATI
close

Se non hai ancora un account su esitur.com usa questa opzione per accedere al modulo di registrazione REGISTRATI
close